Questo è un piccolo esperimento.
Un video che mi ritrae mentre leggo la mia ultima poesia.
E’ in italiano, e non posso tradurla propriamente ma scriverò sotto ciò di cui tratta.
Spero davvero possiate apprezzarla.

XX

Lisa

Quanto ci somiglia questo pianeta
Con i suoi movimenti lenti
I suoi sconquassi improvvisi
Parte terra parte mare
In mezzo roccia,
quanta ne puoi contare
Il mare stesso coi suoi colori
I suoi turchesi tranquilli
E quei petroli impetuosi
Siamo fatti a immagine e somiglianza
del mondo in cui viviamo
e ne portiamo l’impronta
Nel palmo della mano
Ogni suo elemento ci appartiene
Acqua terra
Fuoco e vento
Portiamo tutto dentro
Tutto questo tumulto
Nel nostro spazio così angusto

Passo solitamente le mie estati al mare, e mai e poi mai, mi ha sfiorato l’idea di andare in montagna nel periodo estivo.

La mia amica Chantal mi ha invitato insistentemente a casa sua a Livigno negli ultimi quattro/cinque anni, quest’estate si è arresa ed ha evitato di chiedere, quindi ovviamente ho deciso di auto invitarmi e andare…

Ho scoperto di amare la montagna d’estate e tornerò sicuramente con piacere… ecco perché:

  1. E’ straordinariamente tranquillo. Durante l’estate le spiagge possono essere gremite, e la ricerca dello spot perfetto si tramuta in una battaglia mortale per la conquista di un minuscolo affollato fazzoletto di spiaggia. Questo non può succedere in montagna!
  2. Puoi mangiare di più! Quando sei in alta quota il tuo corpo brucia effettivamente più calorie anche solo per respirare, inoltre il clima confortevole risveglia la voglia di cibo sostanzioso, e poi ti muoverai sicuramente di più… ti troverai a camminare ed esplorare anche senza volerlo, perché sicuramente ci sarà qualcosa che merita d’esser visto “solo una mezz’oretta di cammino più in la”.
    Sii consapevole che ciò che la tua amica in forma chiama “mezz’ora” ti costringerà a camminare per ore…
  3. Nessuna sforzo. Nessuna ricerca dell’outfit perfetto. Tutto ciò che serve è un buon paio di sneakers e pantaloni da trekking.
  4. Nessun svenimento, sudore o pressione bassa… devi soltanto sederti e godere della brezza sull’erba e avrai comunque un’abbronzatura da invidia!
  5. Il panorama fantastico… qui alcune foto del mio viaggio a Livigno (Italy)

 

Prima di tutto: per tutte le persone che non hanno il cancro e che forniscono assistenza… perché abbiamo scanxiety – paura dello scan?

Entri in ospedale, prendi il biglietto e aspetti il tuo turno, ti registri e scendi sottoterra, senti freddo. Ti siedi in una stanza con persone che attendono la conferma di avere il cancro oppure no, se è tornato, e quanto è aggressivo questa volta.

Quindi ora siedi in una minuscola stanza. Sono tutti silenziosi ed incasinati come te, ma per qualche ragione iniziano a condividere le storie peggiori mai sentite sul cancro. Ora non c’è nessuna possibilità di sfuggire al pensiero (il pensiero che hai cercato di evitare tutta settimana, se non tutto il mese): in un imprecisato lasso di tempo ti trovi rinchiusa in un macchinario, con un armatura di plastica sul petto e sul viso, incapace di muoverti, e un rumore fragoroso che ti ricorda in continuazione cosa sta accadendo… claustrofobico?

Cosa puoi fare?

Prima dello scan:

  1. Mentre aspetti metti le cuffie e ascolta della buona musica
  2. Porta dei cruciverba da risolvere, ti terranno occupato
  3. Lavori a maglia? È ora di iniziare. Sei un uomo? Non importa, fallo lo stesso!
  4. Cerca di elencare mentalmente 5 cose che ami o per le quali sei grato
  5. Sfogati. Avrai a che fare con tecnici, nessun dottore o infermiere. Il loro obiettivo è metterti in quel macchinario il più velocemente possibile, far sì che resti immobile e mandarti fuori da lì. Ricorda loro che sei un essere umano. Io ho perfezionato il mio sguardo languido, dico loro che sono terrorizzata e al mio terzo cancro in 30 anni di vita. Chiedo di avvisarmi a metà esame (non lo fanno comunque ma hey.. ), è il mio modo di resistere al sistema e far sentire il mio lato umano.
  6. Prendi dello xanax! Ok forse questo sarebbe dovuto essere il primo punto, ma ragazzi… non funziona da solo! Vi servono comunque un sacco di pensieri positivi!
  7. Pensa alla tua oasi di felicità. Può essere un posto, un momento o una persona speciale. Per me è l’oceano, il mare, le onde. Sono quasi un’insegnate di Yoga… so che è difficile ma provateci fortemente.
  8.  Mentre siete nella macchina e pensate a tutti i posti in cui potrebbero trovarvi il cancro, vorrei che visualizzaste voi stessi prendere a calci quel pensiero e rimpiazzare il pensiero con i numeri 5 o 7, dovrete farlo 600 volte… bene, questo vi terrà occupati e ricordate: il vincitore non è nient’altro che un perdente che non si arrende mai, quindi quando fallite, riprovateci… e poi riprovateci ancora.
  9.  Mentre sei nella macchina pensa a qualcosa che conosci dal cuore: un mantra, una preghiera, una canzone, e ripetila. Perdi te stesso.
  10. Una volta fuori spero tu viva in una nazione dove l’erba è legale… Netflix, pizza e vino potrebbero essere il trucco vincente! Rilassati e prova a dimenticare ciò che hai appena fatto.

Spero abbiate capito il percorso, è davvero dura ragazzi!

Fottutamente dura.

Tuttavia credo che possiate scegliere, scegliere di essere molto più tenaci di tutto questo schifo.

E’ l’unica via e dovete farlo per voi stessi. Piangere non aiuterà, un crollo mentale non vi aiuterà, e neppure lamentarvi l’intera giornata.

Lottare con più forza vi farà attraversare questo momento.

Non voglio promettervi una guarigione, ciò dipende da una combinazione du cure e fortuna, ma vivrete la miglior vita possibile nelle circostanze più avverse… e questa è la vittoria/vendetta più importante!

Non vedo l’ora di ricevere i vostri consigli sull’affrontare l’ansia da scan!

Amore e luce

Lisa

  1. Dubai è completamente diverso da ciò che avete visto finora. E’ una di quelle città (come Mosca, Bangkok o Rio de Jaineiro) semplicemente unica. Ciò che rende questa metropoli così caratteristica è un mix di architettura moderna e brands di lusso, praticamente la quintessenza della cultura occidentale con la cultura araba. Ai miei occhi è assolutamente affascinante assistere alla loro fusione.
  2. Il cibo! Ok, sono italiana, il cibo quindi deve rappresentare uno dei motivi primari per visitare una città. A Dubai puoi trovare fantastici ristoranti di cucina internazionale e incredibili ristoranti di cucina araba o persiana. Personalmente sono una amante della cucina araba e adoro la mia giusta qunatità di Shawarma (una specie di sandwich di kebab) e hummus.
  3. Se vuoi prenderti una pausa di relax e riposo durante un lungo viaggio, questa è la fermata perfetta. E’ ben collegato, l’aeroporto è semplicemente incredibile (dovrei scrivere un post soltanto sulla sala lounge di Emirates) e non serve troppo tempo per visitare la città. Credo che due o tre giorni siano sufficienti!
  4. Se vivi in Europa e vuoi andare in un luogo mite durante la stagione invernale, Dubai è un’ottima meta. Non è lontano (da Milano sono 6 ore di volo diretto) e una volta arrivato in soli 20 minuti puoi raggiungere la spiaggia. Non c’è molto fuso orario e non perderai 3 o 4 giorni per recuperare il jet lag.
  5. Profumi e kaftani!

Sono un amante dei profumi e a Dubai puoi trovare le più incantevoli fragranze orientali (ambra, vaniglia, incenso e ogni tipo di spezia) usando queste essenze potrai lasciare una traccia esotica e misteriosa dietro di te.

Lo stesso vale per i kaftani in seta, eleganti vestaglie lunghe fino alle caviglie con maniche morbidi. I Kaftani sono così affascinanti che indossati in casa, al posto del pigiama della nonna ( sono colpevole quanto voi quindi non preoccupatevi) vi faranno sentire ugualmente comode ma decisamente più attraenti. Inoltre sono un trend per l’estate, da indossare sopra i bikini.

Quanto avete letto deriva da una mia personale esperienza: durante il viaggio di ritorno dal nostro matrimonio alle Maldive, io e il mio maritino ci siamo fermati a Dubai per una notte.

Mio marito non ci era mai stato prima e ha voluto visitare la città, io invece ho preferito riposare e, come alcuni di voi sanno, completare una personale missione: provare tutti gli Zuma’s del mondo.

Non c’è una vera ragione, ma entrata per la prima volta da Zuma a New York, mi sono innamorata del cibo, dei cocktail e dei loro dessert, in particolare un dolce che comprende tutti i dessert del menù ed è un sogno per tutti gli amanti del buon cibo.

Abbiamo  poi visitato il MALL, che era davvero vicino al nostro hotel, il Burj Khalifa, come non avremmo potuto?

Purtroppo ci siamo persi il Burj Al Arabi… sarà per la prossima volta!

Qui trovate alcune fotografie del Souk (il tipico mercato arabo); non sono scattate da me, ma da mia cugina che si trovava li!

Sto per condividere con voi come e perché ho deciso di tingere i miei capelli e alcuni consigli per mantenere la vostra criniera forte e lucente!!

Cosa avrei dovuto fare con i miei capelli a 29 anni, dopo aver sconfitto il cancro per due volte e dopo aver perso ciò che nei passati 28 anni ho sempre considerato la mia caratteristica migliore?

Ho attraversato tutti i colori dell’arcobaleno ovviamente!

It starHo iniziato timidamente, con qualche accenno di colore sulle punte…

Nella prima trasformazione sembro una fata dai capelli verdi, essendo stato un errore non posseggo prove da mostrarvi!

Il colore successivo è stato un grazioso turchese, in assoluto il mio preferito, mi faceva sentire punk, rock e chic contemporaneamente!

L’ultima tonalità era un romantico viola (il più apprezzato).

Tutti mi chiedono come son riuscita a mantenere sani i miei capelli durante tutti questi trattamenti, qui ciò che ho fatto!

  1. Ho schiarito i miei capelli soltanto una volta senza arrivare mai a quella tonalità bianca/bionda ma fermandomi un paio di gradazioni prima, diciamo un biondo barbie. Mi sono affidata ad un parrucchiere di fiducia e a buoni prodotti, ho utilizzato soltanto pigmenti o gloss che non hanno danneggiato i capelli.
  2. Ho mantenuto un taglio piuttosto corto spuntandoli di frequente.
  3. Ho applicato gocce di olio quotidianamente
  4. Ho idratato a fondo i miei capelli con olio di cocco e maschere, alcune comprate altre fatte in casa con uova, ollio d’oliva, yougurt, avocado, banana
  5. Genetica… mi spiace!

Questa è un analisi reale per tutte le donne, a volte siamo benedette con qualche meravigliosa caratteristica che trascuriamo per raggiungere qualcosa di impossibile.

Posso tingere i miei capelli perché sono forti e spessi, ma non posso mangiare burger tutti i giorni perché ho un pessimo metabolismo! (Li mangio comunque piuttosto spesso provando ad accettare la mia immagine curvy, ma teniamo questo argomento per un altro post). Quindi, questi consigli sono buoni e reali soltanto se i vostri capelli non sono sottili!

La storia dei miei capelli non finisce qui, ho provato ancora un’altra cosa… extensions (nella parte tre)

Spero vi sia piaciuto il post, fatemi sapere che ne pensate!

XX

Lisa

  1. Le Maldive sono un gruppo di isole nell’oceano indiano, comprendono 26 atolli, i paesi più vicini sono Sri Lanka e India. Le isole sono indicativamente 2 metri sopra il livello del mare e ciò rende le Maldive lo stato più basso della terra, ed infatti stanno affondando!
    Alcune isole sono effettivamente già del tutto sprofondate, altre si stanno lentamente consumando… questo è forse il primo motivo per cui dovreste visitarle, chi può dire per quanto tempo ancora resteranno lì?
  2. Sono il posto migliore al mondo, credetemi…
    Sono stata fortunata nella mia vita e ho viaggiato molto!
    Sono stata ai Caraibi, Seychelles, Mauritius, Thailandia, Fiji, Sardegna, Sicilia, Grecia, Ibiza, Sud della Francia… ma in termini di mare e pace, nessun posto può essere paragonato alle Maldive.
    Aneddoto: Io odio sottopormi al whole body scan (TAC totale), ciò mi procura ansia… veri attacchi. Non riesco a respirare, sudo, ho incubi orribili nei giorni precedenti… mentre sono nella macchina penso sempre alle Maldive!
  3. In molte zone si verificano dei fenomeni luminosi naturali… più tardi farò dello snorkeling notturno per vedere dei pesci, ho invece già fatto delle immersioni notturne in cui ho visto piante luminescenti e coralli davvero meravigliosi!
    Non ho mai visto questa impronta sulla spiaggia, ma qualcosa di molto simile nell’acqua.
  4. Il clima è fantastico, caldo ma senza soffocarti, vedete le foto… ed è la stagione delle piogge!
  5. Potete prendervi una pausa dal lungo viaggio fermandovi una notte a Dubai!
  6. E’ sicuramente una vacanza lussuosa ed una esperienza esclusiva, ma senza quell’orrenda attitudine snob che puoi trovare in posti come….
    Ciò significa che puoi goderti un favoloso resort con persone sorridenti senza avere sempre un make up perfetto per sembrare la migliore…
  7. Tutto ciò che ti serve è un costume e un pareo. Donne, non dovete indossare scarpe! Ciò significa che i vostri piedi pieni di cerotti possono davvero riposare!
  8. Il tramonto è favoloso ma ne godrete molto presto, alle 9 al massimo vi troverete probabilmente a letto, è una vacanza perfetta per riposare!
  9. Mi sono svegliata questa mattina e ho visto un piccolo squalo proprio dalla mia villetta galleggiante, ma più piccolo di questo!
  10. Il cibo non sarà troppo elaborato, ma posso garantire personalmente per la freschezza del pesce e i gustosi frutti e succhi… come questo succo di lychee!

Questa la SPA… nel caso qualcuno si sentisse stressato!

Ragazzi, non ho nulla da aggiungere, fatemi sapere cosa ne pensate!