Come prima cosa parto con il mio Chemio-CV ovvero: in che veste mi permetto di dare chemio-consigli?

Ho fatto le mie prime 16 chemio terapie tra il dicembre del 2014 e il giugno del 2015.

Le prime quattro erano una combinazione di antracicline con altri farmaci (la temibile e temuta chemio rossa) ogni 21 gg, poi ogni settimana per 12 sedute taxolo. Il tutto con dignicap un trattamento che, portando la temperatura del cuoio capelluto a 3 gradi, limita fortemente la caduta dei capelli

Nel 2017

ho fatto delle chemio miste a basso dosaggio in Germania con ipertermia (per aprire le cellule ti riscaldano per otto ore, mentre sei sedato, a circa quaranta gradi)

Nel 2019

ho provato con nivolumab a basso dosaggio ora sospeso per un’altra chemio che farò una volta al mese fino ad ottobre.

Questa conoscenza anzitutto mi fa dire che

  • ogni farmaco è diverso
  • ogni persona reagisce in modo diverso
  • ci sono però degli aspetti a cui fare attenzione

Che cosa fare prima?

Igiene dentale

Io consiglio prima di fare una belle igiene dentale perchè uno dei problemi più comuni con tutte le chemio sono le afte o le lesioni della mucosa orale, quindi partire con una situazione già “in ordine” è sicuramente importante.

Risciacqui e vitamina B.

Usare dei risciacqui per precauzione e in caso vitamine del gruppo B. Se le mucose dovessero sanguinare o le afte essere insopportabili io ci faccio sciogliere sopra, con grande dolore, una pastiglia di Bentelan. Nonostante sia una soluzione che dicono sia controversa, secondo la mia esperienza è l’unico prodotto che in uno o due giorni fa richiudere anche le piaghe più ostinate. Altrimenti andate di Mucosyne o di prodotti Alovex !

Nelle prossime puntate parleremo di:

  • ipersensibilità alla luce
  • sindrome mani piedi

….e tanto altro! Con affetto,

Lisa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *