Questo è un piccolo esperimento.
Un video che mi ritrae mentre leggo la mia ultima poesia.
E’ in italiano, e non posso tradurla propriamente ma scriverò sotto ciò di cui tratta.
Spero davvero possiate apprezzarla.

XX

Lisa

Quanto ci somiglia questo pianeta
Con i suoi movimenti lenti
I suoi sconquassi improvvisi
Parte terra parte mare
In mezzo roccia,
quanta ne puoi contare
Il mare stesso coi suoi colori
I suoi turchesi tranquilli
E quei petroli impetuosi
Siamo fatti a immagine e somiglianza
del mondo in cui viviamo
e ne portiamo l’impronta
Nel palmo della mano
Ogni suo elemento ci appartiene
Acqua terra
Fuoco e vento
Portiamo tutto dentro
Tutto questo tumulto
Nel nostro spazio così angusto

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *